Scrittura automatica parte II

Oggi pomeriggio è accaduto di nuovo: ho avuto delle sensazioni fortissime. L’ufficio in questo periodo sembra essere particolarme ispirativo. Ci sarà qualcuno davvero? Ma che dico? Certo che c’è qualcuno, non sono l’unica ad avvertire certe presenze ma non capisco perchè debba cercare di comunicare proprio con me! Oggi però è stato diverso: è stato qualcosa di fisico, come se qualcuno mi toccasse i capelli sulla nuca. Ero invasa dai brividi.

Mossa da una botta di coraggio ho provato a scrivere. Dopotutto mi trovavo in ufficio in pieno pomeriggio e con l’impiegata alla scrivania nell’altra stanza… cosa mai poteva accadermi? Ho preso carta e penna e, quando l’ho appoggiata sul foglio, ha iniziato a muoversi. Sentivo formicolare la mano ma la scrittura era debole e tremolante. Con molta lentezza si è formata la prima parola:

messanera

Mi sono letteralmente cagata sotto! Ho bruciato tutto e sono tornata alle mie pratiche cercando di concentrarmi sul lavoro per dimenticare l’accaduto. Ma i brividi non diminuivano e in alcuni momenti mi sentivo come toccare mentre in altri avvertivo dei soffi d’aria sulla pelle. Persino più tardi, a casa, ho continuato a percepire dei formicolii lungo la schiena… anche sotto la doccia.

No, direi che per il momento è meglio abbandonare l’esperimento scrittura automatica perchè proprio non fa per me. Forse ho troppa paura e mantengo le energie basse. Forse tutti quei libri di medium super dotate, che già da bambine parlavano con gli angeli, sono solo montature commerciali. Non lo so, ma se bastano le mie paure, i miei condizionamenti, per comunicare con brutte entità significa che le energie negative sono più forti delle entità di luce?